sabato 2 maggio 2009

La piovra farmaceutica mette a tacere Simoncini e la vera ricerca sul cancro



I “ciarlatani” coraggiosi nella storia del cancro, ma che in realtà hanno poco del ciarlatano. I ciarlatani o meglio detto gli assassini sono coloro che uccidono 9 milioni di persone ogni anno grazie alla “chemio-lotteria” (o terapia). La terapia dalle cifre d'affari numero uno della piovra farmaceutica.
Introduzione: il cancro oggi .
È un dato di fatto che la medicina tradizionale e la medicina naturale o alternativa (come la chiamano in Svizzera) non sempre sono andate d'accordo. Gli interessi della medicina tradizionale sono principalmente di venderci le loro droghe. Si, droga farmaco o farmacia, etimologicamente parlando, derivano dal greco e significa giustamente Droga. Eppure in italiano, come spesso accade, le parole ci vengono girate all'interno della nostra mente come per ipnosi per farci spingere chissà quali “bottoni mentali” con il fine di alterare le nostre idee. Sarebbero centinaia gli esempi da citare come prove.Ebbene, la cura del cancro, rispettivamente la chemioterapia con o senza radioterapia, come è scritta nei manuali terapeutici della medicina tradizionale, costa in media 50mila dollari senza contare le spese e terapie correlate. Questi costi fanno lievitare ulteriormente il caro vita, le assicurazioni o le case malati svizzere che non ci pensano due volte se o come aumentare i premi. In Svizzera, già quest'anno, è previsto un aumento del 10 per cento. Eppure queste chemioterapie ogni anno generano circa 9 milioni di morti; solo 100'000 in Italia si rileva dalle associazioni competenti, vale a dire sono un po' delle “chemio-lotterie”. I dati dei vivi (superstiti) sono introvabili; non esistono delle statistiche attendibili: i sopravvissuti possono essere il 20 o il 50 per cento. Nessuno lo sa e si tace sopra le grosse scritte delle “prove scientifiche” inerenti alla chemioterapia. Vige un vigore, direi, quasi totalitario dell'informazione in questione; troviamo solo una aberrazione di terminologie scientifiche di tanto cancro e tumori che fanno comprendere che solo pochi sono interessati a scoprirne il denominatore comune, ovvero la causa.Mando inoltre a precisare che oggi in questo mondo tecnologico per poter fornire le prove scientifiche di un medicamento droga, o terapia, o combinazioni di vitamine, sono necessari almeno mezzo milioni di euro per poter raggiungere le varie associazioni mondiali .
La storia del cancro .
Con empirica osservazione vediamo che a partire dalla costruzione delle prime fabbriche esistono le tossine. Vale a dire dall'anno 1920, o già prima, esistono queste finissime particelle invisibili ai microscopi di allora, e inizia la grande aberrazione a fare i soldi senza prendere in considerazione le autorità inorganiche della natura. Intorno al 1950-1960 il dott. Harry Hoxsey fece i primi successi (nella medicina organica) con una mistura di erbe guariva con successo questo grave male del secolo, eppure la Food and Drug Administration (FDA or USFDA) voleva le prove scientifiche. Per una serie di circostanze le prove non potevano essere fornire. Anche se il dottor Harry Hoxsey guariva centinaia di casi e pochissimi non rispettavano le direttive del dottore (come spesso accada) ogni tanto ci scappava il morto. Evidentemente per la Food and Drug Administration la causa furono naturalmente le erbe di Hoxsey che venne successivamente imprigionato e denigrato dai media che lo etichettarono come “ciarlatano”. In tale data nessuno sapeva e neanche immaginava che la causa effettiva si nascondeva nelle tossine o nanoparricelle.
In quello stesso periodo, o poco prima, L.R. Hubbard nel 1948-1950 ricercava nel campo inorganico della natura umana vale a dire nel mondo spirituale umano e di vita. Egli stesso capiva che vi era qualcosa che frenava la mente umana e presto scopriva il denominatore comune di tutte le aberrazioni umane, le fobie e le paure che l'uomo si porta appresso ogni giorno le quali sono soggette a enormi irrazionalità dell'uomo.
Nel periodo prima che l' “Agent Orange” (pesticida) fosse messo in circolazione nella agricoltura e poi nella guerra del Vietnam lui stesso vedeva senza microscopio il pericolo degli agenti chimici e delle tossine. Già allora si parlava di cancro e di rendere la persona molto più sveglia a scopo di rimuovere le varie aberrazioni e fobie umane dalle quali l'uomo è imprigionato da una sorta di ipnotismo invisibile.
Intorno al 1955 Hubbard diede alla luce un programma terapico che durava dai 10 ai 14 giorni nei quali la persona ingeriva vitamine niacina (vitamina B per sciogliere le tossine) e tramite la sauna espelleva le tossine presenti nel sudore. La casistica è chiara: le persone che seguirono questo programma erano poi libere ed immuni alle tossine ingerite o respirate dopo la terapia, con un enorme risveglio dall'ipnotismo invisibile.Oggi drogati, alcolizzati, intossicati di tutto il mondo hanno capito di potersi liberare dalle droghe e dalle tossine. Pure i volontari del'11 settembre sostenuti dalla città di New York stessa.
Da queste persone disintossicate e ripulite dai veleni non si conosce ancora un solo caso di cancro dal lontano 1957. Hubbard non desiderava mai fornire prove scientifiche, l'aberrazione umana era molto più importante e prioritaria. A lui stesso non piaceva confrontarsi nella confusione della ricerca sul cancro; egli non voleva venir contagiato da ulteriori aberrazioni. Il suo capo spirituale, o meglio l'inorganico della natura umana, risiedeva da sempre nella religione dalla quale lui stesso ne fondò una.
Più tardi Hubbard diede pure la soluzione alla prevenzione ed alla cura dalle radiazioni nucleari con il Dianazene, un miscela di niacina e vitamine. Questa terapia è avvallata dal dottor Alberto R. Mondini presidente dell'ASSOCIAZIONE per la RICERCA e la PREVENZIONE del CANCRO (leggi anche il forum e questo interessante articolo di uniprom.it). «La “tossicità” da radiazione dura praticamente fino alla morte. La sostanza che sembra risolvere questo problema è la niacina, presa insieme ad un'integrazione completa...».Nel 2006 qualcuno (difficile trovare nomi...) sosteneva di guarire il cancro con la Vitamina C, l'acido ascorbico come antiossidante “comanda” alla natura di pulire le cellule e, veramente, l'azione da buoni risultati. Subito dopo arriva la disinformazione dalla piovra farmaceutica: un eccesso di Vitamina C genera il cancro e si muore. «Anche la mia farmacista 18enne me lo predica quando in farmacia chiedo l'acido ascorbico e mi supplica di andarci piano con la vitamina C pura». La verità è questa: se si prende in eccesso la vitamina C lo stesso corpo la espelle attraverso le feci.
Poi nel 1999 arriva Tullio Simoncini. È un medico chirurgo romano, specializzato in oncologia, in diabetologia e malattie del ricambio. È anche dottore in filosofia. Con la sua nota distintiva caratteriale è l’insofferenza per la falsità e la menzogna. Purtroppo, come spesso accade, i dottori sono pieni di terminologie della medicina e non conoscono il campo inorganico della natura umana (troppo spesso si scavalca questo dato importantissimo) e spesso si perde di vista il denominatore comune del cancro. La storia ha sempre dimostrato che bisogna ricercare nella causa e nell'effetto per trovare la migliore soluzione. Non basta scrivere “il cancro è un fungo. La rivoluzione nella cura dei tumori. E la cura è il bicarbonato di sodio somministrato in percentuali e modi diversi da tumore a tumore”. Questa terapia certo che funziona e figura a corto raggio molto efficacie, sono centinaia i casi guariti in tutto il mondo, non serve parlare se è dovuto ad una colonia di candida ed elencarne le 5-6 specie conosciute che sono estremamente patogene visto che inevitabilmente entrano nel corpo con cellule isolate. Una volta pulite le cellule, il tumore non cresce più. L'ipotesi di formazione di nuove cellule, grazie anche a nuove tossine non è stata presa minimamente in considerazione.Simoncini ha guarito tantissime persone in tutto il mondo la sua pulizia delle cellule ha successo e continuerà ad avere successo, con l'opzione a corto raggio.
Come ad Harry Hoxsey anche a Simonicini gli “scappa il morto”. È inevitabile: le persone sono ipnotizzate da aberrazioni mentali, non tutte sono in grado di leggere una semplice ricetta o istruzione di applicazione. La piovra farmaceutica non perdona, solo loro possono uccidere annualmente milioni di pazienti. Il ricercatore coraggioso deve venire messo a tacere tramite striscia la notizia o altri i quali senza saperlo sono complici dei milioni di morti di tramite la chemioterapia (e non solo...) in tutto il mondo.
L'ipnotismo è uno strumento e un'arte ed è una variabile talmente casuale che l'uomo per secoli e secoli l'ha visto come qualcosa di pericoloso anche se lo ha usato, e tuttora striscia la notizia ne ha fatto largo uso...Simoncini viene chiamato per un caso terminale di cancro. Un paziente adulto ormai quasi in uno stato vegetativo, pesa circa 30 chili e 15 giorni prima sulla sua cartella clinica era stato scritto “MORTE IMMINENTE”, poche ore prima aveva vomitato feci e sangue. Si rende conto che non c'è molto da fare ma, essendo ormai lì, decide di usare la sua tecnica assolutamente innocua, se non altro per cercare di calmare i dolori e poi, non si sa mai, egli aveva già visto altri casi disperati guarire con le sue terapie. Fa dunque un'iniezione intraperitoneale con una soluzione di bicarbonato di sodio al 5 per cento usando un comune ago da intramuscolari. Il paziente muore alcune ore dopo.
Video: http://www.curenaturalicancro.org/base_schermo_grande_mimandarai3.htm
Il coraggio di Simoncini non va premiato con il carcere, grazie al suo contributo nella storia del cancro si cristallizza un denominatore comune dalla parola magica “pulire le cellule”.Spesso capita di perdere d'occhio causa ed effetto, le pseudo scienze psichiatria e psicologia è un altro esempio gigantesco dove l'aberrazione umana ha messo la mano. In queste pseudo scienze si classificano tutti gli attributi irrazionali dell'uomo. si chiama DSM (Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders), una lista di oltre 5000 sintomi dove sono archiviati i difetti dell'uomo come fare la pipi a letto o Disgrafia, ADHD, disturbi specifici di apprendimento ecc. Una lista contagiosa solo a leggerla.
Questo manuale ha come unico scopo l'associazione del sintomo a un numero casuale; le assicurazioni poi prendono questo numero e conteggiano le prestazioni. La stessa cosa sembra succedere nella medicina di scuola, le terminologie in espressioni e in numeri stanno salendo alle stelle. Se la cellula infettata da tossine appare di un altro colore le si da già un nuovo nome e si passa molto tempo a capire il perché e inevitabilmente la causa si perde. È come se un barbone stesse classificando i nostri rifiuti domestici da creare lunghissimi tabulati e per finire lui stesso muore di fame.La natura ha delle leggi e forze inalienabili. Se il metabolismo è scarso e non curato con una giusta alimentazione, con l'aggiunta di un supporto vitaminico adeguato, tutto il sistema nervoso del nostro corpo ne risente. È anche un dato di fatto che noi siamo degli esseri spirituali e il nostro corpo è un attrezzo che va trattato con dignità e parsimonia.Una parte della legge naturale che governa l'operare dell'universo, della natura e di ognuno di noi. Non esiste azione che non abbia un effetto. Tutto è connesso alla Legge del Karma.
La legge di causa ed effetto è primaria, fondamentale e inalterabile in quanto si può falciare ciò che si è seminato. L'effetto deve seguire la causa con un'accuratezza matematica; non può succedere altrimenti. A sua volta, l'effetto diventa la causa grazie alla quale un altro effetto viene messo in movimento, producendo un ulteriore causa.
La causa del cancro sono le tossine, l'effetto è che le cellule contaminate prendono la loro strada e crescono a dismisura all'interno del nostro corpo. La soluzione evidente che va sottolineata è di pulire l'interno del nostro corpo e rendere immuni le cellule alle tossine. Se Hubbard c'è la fatta già nel 1955 perché la medicina di scuola non riesce a mettere in piedi un simile programma di disintossicazione e liquidare le cellule aberrate?Devono continuare a morire ogni anno 9 milioni di persone con la chemioterapia, oppure è voluta una decimazione dei pazienti?La malattia numero uno a questo passo non è più il cancro ma la semplice insanità mentale la quale si mostra in vetrina presso la salute della società.
Fonte tratta dal sito .




4 Comments: