martedì 14 dicembre 2010

Le lampadine a risparmio energetico sono pericolose


Le lampadine fluorescenti sono pericolose se si rompono: troppo mercurio. Gravi rischi per la salute, per bambini piccoli e donne incinte. Richiesta di rimborsi da parte del Centro Tutela Consumatori di Bolzano: il divieto per le lampadine tradizionali non sta in piedi
Non è la prima volta che cerchiamo di fare luce su questo argomento spinoso.
Diverse fonti ci dicono che le lampadine a risparmio energetico sono piene di difetti e ormai obsolete. Ma sarebbero addirittura pericolose: dai test effettuati dall'Autorità per l'ambiente della Germania è emerso che a seguito della rottura accidentale di queste lampadine di nuova generazione, i valori di mercurio superano le soglie ammesse di ben 20 volte, e ciò per una durata di 5 ore. Questo comporta gravi rischi per la salute, in particolare per i bambini piccoli e per le donne in gravidanza.
Per questo il Centro Tutela Consumatori Utenti di Bolzano chiede di abolire il divieto per le lampadine tradizionali vigente in tutta Europa. Secondo il CTCU produttori e rivenditori dovrebbero rimborsare i clienti della spesa effettuata per questi prodotti non sicuri. E poi, in base al consiglio degli esperti tedeschi, nelle stanze dei bambini, nelle scuole, negli asili o nei centri sportivi andrebbero usate solo lampadine a risparmio energetico, rese però infrangibili con un mantello di protezione o altre misure precauzionali, che impediscano una rottura della lampadina.
"Semplicemente non è accettabile che un prodotto sicuro venga vietato e sostituito da uno potenzialmente pericoloso - si legge in una nota del CTCU - La terza fase del divieto per le lampadine tradizionali è quella di maggior impatto per i consumatori, in quanto le lampadine da 60 watt sono quelle più usate nelle case. Nel caso in cui l'industria non riesca ad offrire lampade a risparmio energetico a prova di rottura e senza potenziale pericolo per i consumatori, è impensabile proseguire con il divieto per le lampadine tradizionali" cnclude Walther Andreaus, direttore del CTCU.
Nella nostra rivista ci siamo già occupati delle lampade a led, che rappresentano un'alternativa ben più lungimirante, anche se non senza qualche difetto. Anche in termine di risparmio energetico non hanno rivali.
Fonte tratta dal sito .

1 Comment: