venerdì 3 giugno 2011

L'APOCALISSE ZOMBIE



Anche se sembra incredibile, questo non è un pezzo satirico o uno scherzo. Il CDC (Centers for Disease Control) americano, da sempre impegnato nella fiction dell’influenza suina e in altre cosiddette “pandemie”, avvisa ora il pubblico che gli americani si dovranno preparare a un’apocalisse zombie. In una voce del blog del 16 maggio del sito CDC.gov, Ali S. Khan chiede: “Da dove vengono gli zombie e perché amano così tanto cibarsi di cervelli?” L’articolo prosegue dicendo che “gli zombie potrebbero avere il controllo di interi paesi, si aggirano per le strade delle città mangiando ogni essere vivente che trovano sul loro cammino”. La proliferazione di questa idea ha spinto molte persone a chiedersi: “Come mi preparo per un’apocalisse zombie?”Il CDC ha forse ascoltato la mia canzone hip-hop Vaccino Zombie e ha deciso di seguire il concetto. I vaccini, naturalmente, sono la vera fonte di zombie perché ti mangiano il cervello (e causano anche l’autismo). Per qualche ragione il CDC questo non lo dice…
I consigli del governo su come farsi trovare pronti… sono molto simili ai segreti militari
L’articolo sull’apocalisse zombie è, naturalmente, uno sforzo per raggiungere un pubblico più giovane, facendo appello agli interessi dei ragazzi in generale, che comprendono qualsiasi cosa abbia a che fare con zombie e vampiri. L’articolo offre in realtà un utile ma rudimentale compendio di consigli per prepararsi all’evento, raccolta di medicinali d’emergenza, cibo, acqua e utensili inclusi.
Alcune delle strategie includono la preparazione di tutti i vostri “documenti importanti” come il passaporto e il certificato di nascita. Ciò è ovviamente basato sull’idea che ti stiano ricollocando e che probabilmente finiresti come un qualche tipo di rifugiato (in un campo FEMA, senza dubbio). Perciò ricorda di portare il tuo certificato di nascita. Naturalmente, se non possiedi veramente un certificato di nascita, puoi sempre usare Photoshop per crearne uno da un collage di vari documenti scannerizzati e nessuno in questi giorni noterà la differenza. Nemmeno i media mainstream.
Senza sorprendere, il CDC suggerisce anche con forza di portare con sé i propri medicinali, perché ovviamente l’intero pubblico americano è già stato infettato con la mitologia medica zombie che gli fa credere che il corpo umano è in qualche modo carente di farmaci prescritti. Senza le loro medicine, le persone sono convinte di poter morire! Sebbene ci siano casi in cui questo è vero, i farmaci fanno più danni di quanto non siano di aiuto alle persone. Ma questa è un’altra storia…CDC: Non difendersi dall’attacco degli zombie
Una delle cose che il CDC ha assolutamente lasciato fuori dalla sua lista di preparativi, e non sorprende, sono le armi per autodifesa. Il folklore zombie è pieno di ogni tipo di arma: fucili, motoseghe, lanciafiamme, spade e coltelli. Bombe a mano, esplosivi e razzi sono anche molto considerati nei film con gli zombi. Queste armi sono di solito quelle che salvano i protagonisti dall’essere sopraffatti dall’attacco degli zombi.
Ma il CDC non dice nulla in merito alle armi. Non un coltello da combattimento, né una calibro 22 da tenere a portata di mano. Credo che l’idea delle persone che si preparano per l’emergenza con alcuni armamenti non è tra quelle che il governo voglia incoraggiare, eh? Basta essere sicuri di avere le tue carte in ordine ma non la tua sicurezza personale.
Invece, il CDC dice che ti salverà: “Niente paura . Il CDC è pronto!”, dice. Continuiamo a spiegare. Il CDC dovrebbe provvedere a fornire assistenza tecnica a città, stati o partner internazionali che hanno a che fare con una infestazione zombie. L’assistenza include consultazione, test di laboratorio e analisi, gestione ed assistenza dei pazienti, monitoraggio dei contatti e controllo dell’infezione (inclusi isolamento e quarantena).
“Controllo delle infezioni” significa che le persone infette sono arrestate sotto minaccia armata e portate in “zone di infezione” dove ogni persona è ammalata e su chiunque cerchi di uscirne viene aperto il fuoco. Questo è come funziona realmente una quarantena, nel caso non lo sappiate. Chiedete direttamente al CDC se non mi credete.Come farvi uccidere? Seguite i consigli del CDC
Quindi, ecco i consigli del CDC. Se c’è un’apocalisse zombie, secondo il CDC, si suppone che vi allontaniate con le vostre prescrizioni mediche e il vostro certificato di nascita; quindi che mettiate fuori la testa nel mondo infestato dagli zombie senza un’arma? E poi in qualche modo si suppone che sopravviviate magicamente ad un assalto zombie abbastanza a lungo perché il CDC vi metta in quarantena insieme ai vostri vicini perché probabilmente siete già stati esposti, dal momento che eravate totalmente indifesi.
Accidenti, c’è qualche dubbio che si tratti di un piano del governo? Gente, non proteggetevi, ci penserà il governo! Arraffate il passaporto (vi guarderanno i documenti ai controlli della polizia) e ricordatevi le medicine (perché vi terranno docili e suggestionabili), ma non prendete niente come una Glock calibro 45 che probabilmente vi aiuterebbe a respingere gli zombie. O un fucile a pompa Remington 12 con un paio di centinaia di proiettili extra per difendere casa. Seriamente, non si può avere un’invasione di zombie senza un fucile calibro 12, no? O qualche lanciagranate da 40 mm. E’ così che realmente si prende un branco di zombie. Almeno è così che funziona a Hollywood.
Se vivete in una città dove è vietato possedere armi da fuoco, potete sempre cercare di cacciar via gli zombie con mazze da golf. Non funziona così bene nei film di zombie, comunque. Giusto per sapere.
Un intraprendente inventore ha legato una motosega alla parte inferiore di un AR-15 e ha sviluppato l’ultima arma uccidi-zombie: la AR-15 AZ (anti-zombie), la cui dimostrazione con delle zucche è in un video che trovate qui.
Tutto quello che gli serve ora è aggiungere un lanciafiamme ed è a posto.
Il CDC ha perso ogni credibilità e ora fa ricorso a film di serie B per spingere la sua propaganda
La parte triste in tutto questo è che, grazie al fiasco dell’influenza suina che era evidentemente una pandemia fabbricata per vendere vaccini inutili alle persone, il CDC ha perso molto della sua credibilità. Ehi, anche io avevo un certo rispetto per il CDC, ritenendola un’agenzia seria che si attivava per fermare le malattie infettive, ma dopo l’affare dell’influenza suina è diventato proprio ovvio che il CDC è soltanto un magnaccia di Big Pharma. È così intrisa di corruzione che persino uno dei suoi ex scienziati è stato incriminato da una giuria federale per riciclaggio di denaro e frode.
Alla vetta troviamo l’ex capo del CDC, Julie Gerberding – una dei maggiori mercanti di malattie che hanno spinto a favore dei vaccini in tutti questi anni – che attualmente guida la divisione vaccini alla Merck. C’è una porta girevole tra il CDC e i produttori di vaccini?
Il CDC è da considerarsi uno scherzo per chiunque presti realmente attenzione alla salute e alle malattie infettive. Ora sappiamo che quasi tutto ciò che è uscito fuori dall’ufficio stampa del CDC ha motivazioni di tipo politico, guidate dal profitto, per spingere su vaccini inutili e far credere alle persone che stanno per essere uccise da un qualche virus mutante dell’influenza. Ecco perché non sorprende vedere il CDC usare l’apocalisse zombie come una catapulta per la propaganda. E, perché no? Il CDC è ormai in un mondo di fiction e film di serie B. Potrebbero pure benissimo iniziare ad intervistare le fate, i lepricauni e i nani da giardino. In questo periodo hanno la stessa credibilità degli scienziati del CDC.
Ma almeno i consigli su come prepararsi offrono spunti di grande valore: avere un kit di emergenza con cibo, acqua, utensili e primo soccorso. È molto più di quanto ha detto il Presidente Obama. In risposta al meltdown di Fukushima – che è confermato essere un disastro molto peggiore di Chernobyl, con fusioni multiple dei noccioli – Obama ha detto agli americani di non prepararsi affatto.
Basta ascoltare il governo e attendere istruzioni, ha detto. Questo è il piano ufficiale della Casa Bianca. Se si può chiamare un piano.
Il piano di NaturalNews è molto meglio se volete sopravvivere a quanto sta arrivando. Perché, come vedrete, un’apocalisse zombie in realtà non è così inverosimile come sembra.
Perché un’apocalisse zombie potrebbe essere più reale di quanto si pensi
Il consumatore medio americano è già un mezzo zombie. Mangia carne infetta da prioni; beve fluoruro presente nell’acqua; viene vaccinato ogni anno con irritanti neurologici (adiuvanti); guarda le notizie in televisione per “programmarsi” e prende farmaci psichiatrici che alterano la chimica del cervello. Questo porta una larga parte di essi in “modalità zombie”, regno della disfunzione cognitiva.
In altre parole, sono ancora capaci di vestirsi, mangiare del cibo, usare il bagno e marcare il tesserino di un qualche lavoro pubblico ma dietro l’apparenza umana sono già al 50% zombie.
Non ci vorrà molto poi per spingere questi quasi-zombie verso la totale zombità. Un po’ di radiazioni, un altro paio di influenze stagionali o anche una serie di lampi rossi diretti neurologicamente, trasmessi nelle notizie della sera potrebbe attivare i cervelli zombie delle masse americane, portando la gente a riversarsi per le strade in mutande, con Doritos che si sgretolano davanti le loro magliette, le bocche spalancate, mentre inciampano sui marciapiedi delle periferie americane in cerca di carne fresca con cui nutrirsi.
Questa parte non è finzione, tra l’altro. Sono serio al riguardo. La mente zombie delle masse è già stata preparata dall’avvelenamento da mercurio, da pesticidi, fluoruro, aspartame e altre esposizioni chimiche. Serve solo un evento scatenante per liberare le masse di zombie; a quel punto vorreste veramente essere andati oltre gli stupidi consigli del CDC e aver preso una calibro 12 (o un buon paio di scarpe da ginnastica per scappare).
La vera domanda è: avete abbastanza munizioni per gli zombie? E quanto siete veloci a ricaricare? Purtroppo il CDC non ha affrontato queste domande. La verità è che la maggior parte delle persone non ha per nulla molte munizioni per gli zombie, per cui succederà click… pausa… ingoia… ingoia… slurp. E improvvisamente siete voi gli zombie e vi state aggirando per le strade di una grande città americana in cerca di carne fresca, in modo simile a un membro del Congresso o al capo del FMI.Davvero, non abbiamo più bisogno di fiction
In un certo senso, ammiro questo approccio immaginario del CDC. Vorrei che altre agenzie governative ammettessero che stanno scrivendo fiction fin dall’inizio. Non sarebbe più utile per tutti noi se la DEA (Drug Enforcement Administration), per esempio, ammettesse che la sua intera “Guerra alla Droga” era una grande fiction? Non risparmieremmo noi tutti qualche trilione di dollari se il Dipartimento della Guerra (oops… intendevo il Dipartimento della Difesa) ammettesse apertamente che le sue tante guerre imperialiste sono basate su giustificazioni immaginarie?
Penso che gli altri Dipartimenti potrebbero prender spunto dal CDC e cominciare a scrivere fiction per spiegare le loro azioni. Sarebbe molto più divertente e, in un modo strano, anche più onesto. La Casa Bianca, naturalmente, è stata il capofila di questo settore, da George W. Bush e la sua “guerra al terrore” – che è l’equivalente intellettuale dell’”apocalisse zombie” del CDC.
Entrambe sono del tutto immaginarie, ma utili per i deboli di mente.
Il punto decisivo è che tu ed io dovremmo essere sempre preparati a proteggerci non solo da eventi inaspettati ma anche dalle stranezze del Governo, dai tentativi distorti di nutrire i nostri cervelli convenientemente trattati con bocconcini di disinformazione.
E se davvero gli zombie scendono in strada, tirate fuori i vostri lanciafiamme e andate al lavoro come un concorrente in una gara di frittura alla griglia. Qualcuno deve salvare l’umanità nel corso della prossima epidemia di follia mentale, e di sicuro non sarà il CDC.

Fonte tratta dal sito .

1 Comment: