martedì 10 luglio 2012

È dell’italiana Bio On la prima plastica biodegradabile al 100% in acqua

La certificazioneOK Biodegradable Water” (Biodegradabile in acqua) è stata assegnata alla bio plastica MINERV® PHA SC (Sugar Cane), il primo e unico bio polimero al mondo realizzato da Bio on a partire da sottoprodotti della canna da zucchero.

L’importante riconoscimento è stato attribuito all’azienda italiana dalla belga Vinçotte, uno dei più prestigiosi e autorevoli enti certificatori a livello globale che conferma così la completa biodegradabilità in acqua a temperatura ambiente di MINERV® PHA SC. Con questa nuova plastica è possibile realizzare un’ampia gamma di oggetti, rigidi o flessibili, e sostituire prodotti di uso quotidiano altamente inquinanti e ottenuti dal petrolio come PET, PP, PS, HDPE, LDPE, PE, con i quali si producono oggi bottiglie, packaging alimentare, componentistica auto, arredamento, fibre, pellicole per imballaggio ed elettronica.

Bio on è una società italiana che sviluppa nuovi materiali nel settore delle moderne biotecnologie e questo riconoscimento completa il progetto di ricerca industriale, avviato nel 2007, finalizzato alla produzione di plastica, biodegradabile naturalmente, partendo da barbabietole e da oggi anche da canna da zucchero. Entrambe sono finora utilizzate prevalentemente per produrre zucchero alimentare o biocarburanti. L’idea è particolarmente innovativa poiché per la prima volta al mondo il PHA (polihydroxyalkanoato) viene ottenuto da melasso o scarti di succhi intermedi di canna da zucchero o dai suoi derivati e non da oli o amido di cereali come la maggior parte dei bio polimeri oggi in commercio. Le bio plastiche MINERV® PHA sono prodotte quindi da materiali di scarto e non da prodotti destinati all’alimentazione. Assieme alla completa biodegradabilità in acqua questo è il grande vantaggio ambientale delle bio plastiche sviluppate da Bio on.

Bio on è nata nel 2007 e opera nel settore delle moderne Biotecnologie applicate ai materiali di uso comune, con lo scopo di dare vita a prodotti impianti e soluzioni completamente naturali ottenuti al 100% da fonti rinnovabili o scarti della lavorazione agricola.

Fonte tratta dal sito .

0 Comments: