venerdì 20 luglio 2012

Previsioni che si avverano


Ecco i passaggi salienti di una lettera che George C. Andrews ha ricevuto da parte di una persona che afferma di essere stata rapita da entità extraterrestri, che egli identifica con una razza di cosiddetti “grigi” provenienti da un pianeta orbitante intorno a Zeta Reticoli (sistema solare binario a circa 40 anni luce dalla Terra, composto da due stelle non troppo dissimili dal nostro sole, ma a quanto pare nessun pianeta di dimensioni ragguardevoli).

Il testo è reperibile sul libro Alieni amici e ostili pubblicato nel 1993, la lettera secondo l'autore risale a pochi anni prima. Abbiamo quindi di fronte un testo sicuramente scritto prima che le previsioni in esso contenute si verificassero. Difficile dire se si tratta di uno dei soliti messaggi in cui intenzionalmente verità e menzogna si mescolano per confondere gli esseri umani o se si tratta semplicemente delle deduzioni di una persona sincera che ha sperimentato e visto cose che noi non immaginiamo nemmeno. In ogni caso per quanto sincera possa essere questa persona, forse si inganna, o forse è stata deliberatemente ingannata dai suoi rapitori.

Le parole salienti di questo documento, e che puntano agli anni che stiamo vivendo, sono le seguenti:
la popolazione umana verrà dra sticamente ridotta grazie a un risveglio di malattie epidemiche catastrofiche, tramite degrado ambientale, distruzione dell'atmosfera e cambiamenti geofisici
Tra scie chimiche, (degrado ambientale/ distruzione dell'atmosfera), terremoti artificiali ed eruzioni vulcaniche artificiali (cambiamenti geofisici), epidemie catastrofiche (probabile futura epidemia di aviaria contagiosa come la suina prevista persino dalla fondazione Rockefeller) questo programma sembra già a buon punto; se poi ci aggiungiamo una probabile guerra in Medio Oriente ...

Per altro dopo avere approfondito il legame tra scie chimiche, polimeri di ricaduta, morbo di morgellons, modifiche del DNA e della stessa biologia terrestre, sembra evidente che chi tiene occultamente le redini del nostro pianeta non è un umano terrestre.

Sta di fatto che, come nei Protocolli dei Savi di Sion, risalenti all'inizio del 1900, abbiamo qui una fonte scritta che sembra predire il futuro, presumibilmente scritta da qualcuno che ha acccesso privilegiato a "informazioni molto riservate".

NB: Quanto ai Protocolli, sono stati redatti secondo me dai Gesuiti, per addossare al sionismo la responsabilità dei terribili avvenimenti futuri. Quello di scaricarsi a vicenda le responsabilità e di confondere gli esseri umani è il solito gioco tanto caro ai potenti.

------------------------------------------

Condivido l'opinione che «non dobbiamo fare un accordo col primo gruppo di alieni che ci si presenta davanti» ma sembra che gli Stati Uniti e la Gran Bretagna lo abbiano già fatto sperando di acquisire nuove conoscenze scientifiche e tecnologiche ... la Terra fa già parte del Network Reticoliano. I Reticoliani si sono infiltrati nella società umana a tal punto che probabilmente non abbiamo altra scelta che accettare il loro dominio, sempre che loro diventino i nostri dominatori... I Reticoliani non capiscono buona parte delle emozioni umane, dato che sono altamente cerebrali e spirituali. Inoltre, hanno una missione da portare a termine, e cioè la sorveglianza e la diretta osservazione dei "partecipanti" umani, esperimenti genetici e psicologici su soggetti umani, ibridazione e addomesticamento della razza umana, eventuale ripopolazione del pianeta: tutto ciò impedirebbe che ci trattassero da loro pari.

Il loro scopo è di sviluppare una specie ibrida, che io ho chiama to Homo Sapiens Extraterrestrialis. Questa finalità è stata già raggiunta ad ampio raggio e nel prossimo decennio vedremo probabilmente i loro ibridi assumere posizioni chiave nella società umana. In ogni caso, la popolazione umana verrà dra sticamente ridotta grazie a un risveglio di malattie epidemiche catastrofiche, tramite degrado ambientale, distruzione dell'atmosfera e cambiamenti geofisici... Sì: di fatto i Reticoliani, proprio come i nazisti, sono determinati a raggiungere i loro fini eugenetici a tutti i costi. E, come i nazisti, lavorano per soppiantare la nostra indipendenza mentale e spirituale assog gettandola al supercervello del Network...

A causa della loro capacità di proiettare le onde cerebrali e influenzare il com portamento umano, credo che i Reticoliani facciano parte di un network alieno legato a un supercervello. In breve, un retico liano singolo funzionerebbe come un'unità facente capo a una mente collettiva, a una coscienza di gruppo. Nella società reticoliana tutti i cervelli individuali sono collegati a un singolo super cervello...

I Reticoliani soffrono di malattie genetiche incurabili e hanno bisogno del nostro DNA e dei nostri geni per rafforzare la loro razza. Stanno morendo a causa di un DNA indebolito e frammentato. Come razza esistono da molti milioni di anni in più degli umani, ma ora hanno raggiunto l'apice del loro sviluppo evolutivo e stanno regredendo a una forma infantile.
Fonte tratta dal sito .

1 Comment: