venerdì 12 febbraio 2016

La Terra è circondata da tubi di plasma in movimento


Cleo LoiUna scienziata australiana ha scoperto che dei giganti e invisibili tubi di plasma in movimento si trovano nei cieli sopra la Terra.
Questa scoperta ha riscontrato inizialmente scetticismo nel campo dell’astrofisica, ma una studentessa di 23 anni dell’Università di Sidney, Cleo Loi, ha provato che il fenomeno esiste.
Usando un radiotelescopio posizionato ad Ovest, nell’entroterra australiano, la Loi ha dimostrato che l’atmosfera terrestre è integrata con queste strane, tubolari strutture di plasma.
“Per oltre 60 anni si è creduto che queste strutture esistessero, ma adesso, riuscendo a visualizzarle per la prima volta, abbiamo avuto la conferma che sono veramente lì.”
Ha detto la Loi, dell’Australia Research Counsil Centre of Excellence for All-sky Astrophysics (CAASTRO)
“Abbiamo stimato che la loro posizione si trovi a 600 Km dal suolo, nella parte alta della ionosfera e che continuino nella plasmasfera. Questa è la zona in cui l’atmosfera terrestre termina e comincia la zona plasmatica dello spazio esterno.”
Abbiamo osservato un incredibile schema nel cielo dove strisce ad alta densità di plasma si alternano a strisce a bassa densità di plasma. Questo schema vaga lentamente e si allinea perfettamente con le linee del campo magnetico terrestre, come le aurore.
Abbiamo realizzato che potremmo essere al corrente di qualcosa di grande.
La svolta è arrivata quando la Loi ha utilizzato un telescopio a distanza, il Murchison Widefield Array (MWA) per mappare il cielo in modo diverso. Grazie a 128 antenne sparse per oltre 9 chilometri quadrati nel deserto, gli astronomi hanno suddiviso le tessere del cielo ad Est da quelle ad Ovest, ottenendo la possibilità di vedere in 3D.
“E’ come mettere un telescopio all’interno di un paio di occhi e, attraverso questi, siamo riusciti a vedere la natura tridimensionale di queste strutture e abbiamo potuto osservarle mentre si muovevano. Siamo stati in grado di vedere le distanze tra loro, l’altezza dal suolo e il grado di inclinazione. Tutto questo prima non era possibile ed è una nuova, eccitante tecnica.”
La Loi ha spiegato che inizialmente la sua scoperta non era stata presa in considerazione poiché sembrava che le immagini del telescopio presentassero delle imperfezioni.
“Nessuno aveva mai visto questo genere di cose prima. Nessuno aveva analizzato dati in questo modo. Molte persone erano convinte che ci fossero dei problemi con le immagini e quindi che non ci fosse niente di speciale nell’osservarle. Ma io, da studentessa cocciuta, ero curiosa e così ho messo tutto in dubbio. Sono stata molto cauta su quello che stesse accadendo e così anche altri si sono resi conto che ci sarebbe dovuto essere qualcos’altro. Abbiamo visto che gli schemi di ionizzazione della ionosfera si muovevano in queste strutture tubolari allineate al campo magnetico terrestre e che si muovono tra loro in perfetta armonia.”
Cleo Loi ha detto che questi tubi di plasma potrebbero alterare il funzionamento di alcuni strumenti, come ad esempio i sistemi di navigazione satellitare. Questo significa inoltre che dobbiamo rivalutare la nostra attuale visione di come le galassie, le stelle e le nebulose si comportano e come ci appaiono.
La relatrice della Loi ha detto che il suo lavoro è stato impressionante
“Il grande merito di Cleo non è stato solo quello di fare questa scoperta, ma anche quello di convincere tutta la comunità scientifica. Per una studentessa senza alcuna formazione in questo campo questa è veramente un’incredibile conquista.”
Ha detto la Dottoressa Murphy, membro del CAASTRO e del Dipartimento di Fisica all’Università di Sydney.
“Quando hanno visto per la prima volta i dati, i membri più anziani hanno creduto che fosse letteralmente “troppo bello per essere vero” e hanno pensato che dovesse esserci qualcosa che non stavano analizzando. Ma nei mesi successivi, Cleo li ha convinti che i dati sono reali e convincenti sul piano scientifico.”
La scoperta di Cleo Loi è stata pubblicata nel Geophysical Research Letters.
Fonte tratta dal sito .

0 Comments: