giovedì 20 ottobre 2016

E' GUERRA ALLA LIBERA INFORMAZIONE: Sequestrato il blog di Alessandro Carluccio




E' GUERRA ALLA LIBERA INFORMAZIONE: 
Sequestrato il blog di Alessandro Carluccio



Le Iene non ci stanno, quando tocca a loro essere le "vittime" allora passano alle maniere forti: querele, denunci e censura!

 A farne le spese il blogger indipendenteAlessandro Carluccio che si è visto chiudere il sito, e a breve forse anche la pagina Facebook e il canale YouTube... 

La Procura di Brindisi su ordine delle Iene ha provveduto al sequestro del sito indipendente, un vergognoso attacco all'informazione libera gestita da un normale cittadino, e quindi non "finanziata" e non diretta da terzi ignoti, come invece accade per l'informazione "ufficiale".

Il  provvedimento è stato emesso d’urgenza (interessante notare come la giustizia si muova veloce quando si tratta di punire i pesci piccoli...) per una "grave accusa di diffamazione" da parte di Carluccio nei confronti degli inviati di Le Iene, Giovanna Palmieri e Nicolò De Vitis, che lo hanno denunciato.

Io ho visto personalmente il suo video tempo fa e sinceramente non ho notato nessuna diffamazione, ma al contrario ho visto una normale intervista dove si chiedevano informazioni sul "Signoraggio Bancario" agli inviati delle Iene.

Ovviamente, nelle varie testate giornalistiche d'Italia, tutti uniti contro ilblogger indipendente  Alessandro Carluccio, nessuno, guarda caso, che parli di signoraggio bancario, ovvero l'argomento tabù di cui il blogger si stava da tempo occupando e di cui aveva chiesto proprio a quelli delle Iene il motivo del perchè parlino di tante cose tranne che di temi scottanti e scomodi quali il signoraggio. (una foto presa dalla pagina facebook di Alessandro)


Insomma alle Iene non è andata giù l'idea di diventare loro stesse le vittime, di aver dovuto essere interrogate su argomenti di cui non possono parlare, e dunque sono passate all'attacco, un vergognoso attacco che ha mirato volutamente alla chiusura del blog libero.

Una vera e propria lezione di censura, che certamente vuole cancellare le indagini personali di Alessandro Carluccio, che da solo è stato capace di smascherare e mettere a nudo un programma del sistema, dimostrando come in Italia l'informazione ufficiale sia controllata.

Ma come ha scritto un utente nella sua pagina facebook, potranno anche cancellare il suo blog e querelarlo, sapendo di avere il coltello dalla parte del manico, ma non potranno mai più cancellare la presa di coscienzacollettiva che i suoi video e i suoi articoli hanno portato a tutti noi, che con quei video e con le sue domande scomode abbiamo aperto gli occhi, su un programma che prima guardavamo con ammirazione, ma che ora si è rivelato per quel che è, un programma al servizio del potere.
Fonte tratta dal sito .

0 Comments: