lunedì 29 febbraio 2016

La Geoingegnerie è una guerra ambientale contro l'umanità


È in atto una guerra ambientale non convenzionale contro la vita di Gaia e delle sue ignare creature.
A fronte dell’omertà degli Stati occidentali, Europa in prima linea, a copertura dei bombardamenti elettromagnetici nonché attraverso il rilascio nell’aria di scie chimiche, operati sistematicamente dalla Nato sui centri abitati, ovvero su ordine del governo degli Stati Uniti d’America, con il beneplacito dei governi aderenti al patto atlantico Italia in primis, torno ad evidenziare, come già in passato, le prove ufficiali delle Nazioni Unite e il riscontro diretto nella realtà italiana.
La Convenzione sul divieto dell’uso di tecniche di modifica dell’ambiente a fini militari o ad ogni altro scopo ostile, nota anche come Convenzione Enmod, è il trattato internazionale che proibisce l’uso militare ed ogni altro utilizzo ostile delle tecniche di modifiche ambientali.
La Convenzione è stata aperta alla firma il 18 maggio 1977 a Ginevra ed è entrata in vigore il 5 ottobre 1978.
La Convenzione, approvata dalla Risoluzione 31/72 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 10 dicembre 1976, è entrata in vigore il 5 ottobre 1978. Gli Stati firmatari sono 48, inclusi gli Usa, di cui 16 non hanno ancora ratificato il trattato. In totale gli Stati che vi hanno aderito sono 76.
L’Italia ha firmato la Convenzione a Ginevra il 18 maggio 1977 e l’ha ratificata con la legge numero 962 del 29 novembre 1980, grazie al presidente della Repubblica Sandro Pertini e all’approvazione quasi all’unanimità del Parlamento.
Altro che fantasie o leggende metropolitane: la fantascienza ha superato la realtà. Il complotto a danno dei più, è da parte di chi lo copre o sostiene, non di chi analizza e smaschera questo fenomeno criminale.
La Convenzione proibisce l’uso militare e ogni altro utilizzo ostile delle tecniche di modifiche ambientali aventi effetti estesi, duraturi o severi. Il termine “tecniche di modifiche ambientali” si riferisce ad ogni tecnica finalizzata a cambiare – attraverso la manipolazione deliberata dei processi naturali – la dinamica, la composizione e la struttura del pianeta Terra, incluse la sua biosfera, litosfera, idrosfera e atmosfera, così come lo spazio esterno.
I criteri per la definizione di tali tecniche non sono definiti nel corpo della Convenzione ma nell’Intesa sull’articolo I che, riportando quanto emerso in fase negoziale, esplicita i termini: “esteso” come riferibile ad un’area di diverse centinaia di kilometri quadrati; “duraturo” come riconducibile ad un periodo di mesi o di almeno una stagione; “severo” come correlato ad un’azione che provoca danni seri o significativi alla vita umana, naturale alle risorse economiche o altre attività.
Il divieto di guerra climatica, ovvero di utilizzo delle tecniche di modifica del clima o di geoingegneria con lo scopo di provocare danni o distruzioni, viene ripreso anche nella Convenzione sulla diversità biologica del 2010. La Convenzione non tutela l’ambiente da qualunque danno provocato dalle azioni belliche o ostili ma vieta quelle tecniche offensive che trasformano l’ambiente stesso in un’arma, ascrivibili alle tecniche di manipolazione ambientale.
Inoltre, la Convenzione si applica solo in caso di conflitti tra Stati, quindi sono esclusi dall’ambito di applicazione sia l’utilizzo di tali tecniche in caso di guerre interne agli stati sia le sperimentazioni. In caso di violazioni, la Convenzione non prevede una responsabilità diretta ma richiede alle parti di consultarsi e cooperare tra loro. Inoltre, se uno o più Stati sospettano che altre parti stiano violando la Convenzione, sono invitate a sporgere reclamo presso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che svolgerà le indagini. Infine, le parti sono invitate a sostenere gli Stati colpiti dai danni provocati da tecniche di manipolazione ambientale.
Il funzionamento della Convenzione è quindi di tipo preventivo, teso soprattutto a evitare e minimizzare i danni tramite la cooperazione, la consultazione, il supporto e lo svolgimento di indagini in ogni caso di effettiva o sospetta violazione. La legge 29 novembre 1980, numero 96 (“Ratifica ed esecuzione della convenzione sul divieto dell’uso di tecniche di modifica dell’ambiente a fini militari o ad ogni altro scopo ostile, con allegato, adottata a New York il 10 dicembre 1976 e aperta alla firma a Ginevra il 18 maggio 1977” – in Gazzetta Ufficiale numero17 del 19-1-1981 – Supplemento ordinario) all’articolo 1 stabilisce che:
«Il Presidente della Repubblica è autorizzato a ratificare la convenzione sul divieto dell’uso di tecniche di modifica dell’ambiente a fini militari o ad ogni altro scopo ostile, con allegato, adottata a New York il 10 dicembre 1976 e aperta alla firma a Ginevra il 18 maggio 1977». Mentre all’articolo 2 recita: «Piena ed intera esecuzione è data alla convenzione di cui all’articolo precedente a decorrere dalla sua entrata in vigore in conformità all’articolo IX della convenzione stessa. La presente legge, munita del sigillo dello Stato, sarà inserita nella Raccolta ufficiale delle leggi e dei decreti della Repubblica italiana. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge dello Stato».
Invito pertanto l’attuale presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, in qualità di capo delle forze armate, ad imporre l’immediato arresto delle predette attività belliche segrete su tutto il territorio italiano, nonché a destituire il primo ministro pro tempore Matteo Renzi, complice di questo crimine contro il popolo italiano, e a chiedere un intervento risolutivo a carattere d’urgenza delle Nazioni Unite. Chiedo, infine, alla magistratura italiana, di far rispettare la legge come prescrive la Costituzione e la Dichiarazione universale dei diritti degli esseri umani.
Fonte tratta dal sito .

domenica 28 febbraio 2016

SCIE CHIMICHE: AUMENTANO I CASI DEL MORBO DI MORGELLONS

La sindrome, o morbo di Morgellons è una misteriosa malattia che si presenta, generalmente, con disturbi di tipo cutaneo, come ad esempio prurito, sensazione di punture di  spillo, fitte improvvise e dolenti, piaghe, eruzioni cutanee permanenti e soprattutto strane fibre filamentose sulla superficie della pelle che, in taluni casi, fuoriescono spontaneamente.
1_morgellons
Molti dei pazienti affetti dal morbo di Morgellons provano una strana sensazione di bruciore diffusa su tutto il corpo, altri parlano di “insetti” che corrono appena sotto la superficie della pelle. Altri, ancora, lamentano dolori muscolo-scheletrici ed una sensazione di affaticamento generale.
Dunque, una sintomatologia complessa e ambigua, tanto da far pensare ad una malattia immaginaria, conseguenza di gravi disturbi di natura psicologica. Infatti, la sindrome sembra avere effetti notevoli sull’emotività e sulla cognizione dei pazienti. Tuttavia, questi effetti potrebbero essere considerati contemporaneamente causa e conseguenza di Morgellons.
La prova concreta che smantella l’ipotesi psicologica viene dalla presenza reale e non fittizia di strane fibre filamentose che fuoriescono dalla cute, molto simili alle fibre di polietilene e granuli neri. Il tutto è reso ancor più strano dal colore delle fibre: Blu.
Morgellons-photo-4-pix
La sindrome di Morgellons è un mistero, un’incognita che la Scienza non riesce tuttora a spiegare: è un morbo particolare, raro, estremamente ambiguo ed incomprensibile.
Bollato per anni dalla comunità scientifica come una patologia psichiatrica, il Morbo di Morgellons è ora oggetto di studio da parte dei Centers for Disease Control and Prevention (Cdc), l’organo statunitense di ricerca e prevenzione della malattie.
Lo studio, condotto in collaborazione con la divisione di ricerca del consorzio medico “Kaiser Permanente” della California del nord, va a colmare anni di fenomeni di autoaggregazione spontanea di persone colpite dagli stessi sintomi.
La maggior parte dei pazienti, liquidati come matti e accusati di procurarsi da soli le lesioni, si è riunita dal 2002 in una fondazione, la Morgellons Research Foundation, creata da Mary Leitao, che ha anche coniato il nome del morbo su una patologia simile descritta nel 1600.
Il sito della fondazione www.morgellons.org, aperto a tutti coloro che vivono un’ esperienza di Morgellons, conta più di 11.000 iscritti, la maggior parte abitanti in California, Texas e Florida: tutti riportano strani fenomeni della pelle come forte prurito, granuli catramosi e filamenti bluastri, rossi e traslucidi che emergerebbero dalle lesioni.

 morbo-di-morgellons2
La statunitense Mary Leitao è stata la prima a trattare il caso. La donna infatti, nel 2001 osservò strani comportamenti nel figlio di 2 anni che cominciò a mostrare piccole piaghe sotto un labbro e avvertendo la presenza di inquietanti insetti che glieli avrebbero causate. La Leitao, ex tecnico di laboratorio, esaminò le piaghe al microscopio, dichiarando la presenza di fibre di vario colore.
È stata proprio lei a codificarne la sintomatologia e a battezzare il morbo con il nome di uno studio risalente al diciassettesimo secolo, in cui si faceva riferimento a un bambino francese affetto dagli stessi disturbi.
Nel sito la signora Leitao descriveva minuziosamente gli inquietanti sintomi della misteriosa malattia e alla fine la comunità medica la accusò di aver costruito una messa in scena. Ma alla intraprendente signora giunsero ben settemila mail di persone che accusavano gli stessi sintomi, dichiarandosi anch’essi malati di Morgellons.
Come riporta il resoconto di agenziastampaitalia.it, una tra le poche persone che hanno esaminato scientificamente il morbo di Moregellons è Randy Wymore, un neuro scienziato del Center for Health Science dell’Università di Oklahoma (sul sito dell’Università è possibile leggere la “sintomatologia ufficiale”). Wymore ha ricevuto da diverse persone dei campioni di fibra fuori uscite dalla loro pelle.
Anche se i campioni presentavano una certa somiglianza tra loro, secondo il parere del neuro scienziato queste non erano paragonabili a nessun’altra fibra sintetica o naturale conosciuta. Wymore, inoltre, chiese alla squadra di polizia forense “Tulsa” di esaminarle.
La squadra ha identificato le strutture chimiche delle fibre e le ha confrontate con la loro banca dati costituita da ben 800 campioni. Le fibre in questione non coincidevano con nessuna di quelle del database, pertanto si è ricorsi alla cromatografia gassosa per compararle con 90.000 composti organici. Anche in questo caso, le fibre non hanno dato riscontri tali da poter coincidere con i composti.
MorgellonsCrystal
La squadra di polizia è giunta pertanto alla conclusione che le fibre sono “ignote”, fatte di elementi sconosciuti e non certo provenienti da vestiti a stretto contatto con le croste di ferite. Le fibre, infatti, bruciate a 700 gradi, si sono annerite ma non distrutte.
Wymore chiese anche al capo reparto di pediatria dell’ospedale universitario di Oklahoma, Rhonda Casey, di osservare alcuni pazienti.  Eseguendo la biopsia delle superfici della pelle lesionate nonché di quelle sane, usando un dermatoscopio, la dottoressa Casey è stata in grado di osservare le fibre sotto la pelle dei malati e di ritrovarle unite sia ai tessuti sani sia a quelli danneggiati, identificando, tra l’altro, la varietà di colori di tali filamenti.
Oltre a ciò, la stessa dottoressa ha riferito il caso di una giovane ragazza con una lesione sulla gamba dalla quale spuntavano fibre nere, confermando l’impossibilità, da una parte della giovane, di essersi cagionata ella stessa una ferita simile. Questi sono alcuni dei casi riscontrati (il maggior numero dei malati è negli Stati Uniti) ma, anche nella nostra nazione, ci sono stati diversi casi che gli esperti riconducono alla Sindrome di Morgellons.

Scie chimiche sotto accusa
E’ possibile individuare un collegamento tra le controverse scie chimiche e ciò che esse contengono e il morbo di Morgellons? Nuovi studi e analisi di laboratorio hanno consentito di accertare che il morbo è collegato alla presenza nell’organismo di frammenti costituiti da silicone e da fibre di polietilene dei malati. Il polietilene è usato normalmente nell’industria delle fibre ottiche.
readers-vapour-tra_2335733k-1
A queste conclusioni è giunta la dottoressa Hildegarde Staninger, tossicologa, nell’ottobre del 2006. La ricercatrice precisa che tali materiali sono usati dall’industria delle nano biotecnologie per incapsulare i virus. Questo potrebbe essere l’anello di congiunzione che fa pensare che ciò che cade in cielo e ciò che troviamo in alcuni pazienti trova una corrispondenza chiara ed inequivocabile.
I ricercatori hanno raccolto prove che le scie chimiche contengono non solo germi, ma anche metalli, cellule di sangue, sedativi, sostanze cristalline, sali di bario, e un tipo di fibra di polietilene e silicio (quella di cui parla la Dottoresa Staninger) che si fonde solo oltre i mille gradi F° e altre sostanze tossiche per l’organismo. Per non parlare di elementi chimici radioattivi e tossici per la salute di tutto il pianeta.
nano-chemtrails-comparative-size
Il Morgellons è forse un effetto collaterale di una sperimentazione di massa? Vogliono stordirci? Alterare la nostra fisiologia rendendoci automi che vengono comandati a distanza? Se è così, allora è proprio vero (per quanto non sia una consolazione) che, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi.
Allo stesso modo coloro che, vogliono comandare e soggiogare la popolazione umana non hanno pensato al fatto che il nostro corpo espelle prima o poi tutto ciò che non è organico? O forse (e sarebbe più grave) sanno che noi umani siamo bravi a guardare il dito e non la Luna? In questo caso basterebbe, in realtà, guardare il cielo.
Fonte tratta dal sito .

 

sabato 27 febbraio 2016

Progetto HAARP: la realtà dei fatti sulle scie chimiche.

venerdì 26 febbraio 2016

Corrado Malanga Genesi Uomo, universo e mito

giovedì 25 febbraio 2016

NWO: DOPO IL VIRUS KILLER “ZIKA”, ORA SI PASSA ALLA MANIPOLAZIONE DEGLI EMBRIONI UMANI

Dopo il diffondersi del nuovo virus killer  “Zika”, che tramite le zanzare (vettori virali) attacca l’embrione umano, soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, ecco che nel Regno Unito si da il via alla prima modifica genetica degli embrioni umani. Qualcuno dell’Elite di Potere sta dando il via al progetto di depopolamento della Terra?
Negli incontri segreti delle elite mondiali – ovvero CABAL-Illuminati – si è discusso spesso di temi come il depopolamento mondiale. Recentemente alcuni dei miliardari americani si sono incontrati segretamente per considerare come la loro ricchezza potrebbe essere usata per rallentare la crescita della popolazione mondiale e accelerare il miglioramento della salute e dell’istruzione. I filantropi che hanno presieduto al vertice convocato da Bill Gates, il co-fondatore di Microsoft, hanno discusso per unire le forze e superare gli ostacoli politici e religiosi al cambiamento.
Descritto come il Buon Club da un insider,  questo gruppo d’elite di potere globale, include David Rockefeller Jr, il patriarca della più ricca dinastia americana, Warren Buffett e George Soros, i finanzieri, Michael Bloomberg, il sindaco di New York, e i magnati dei media Ted Turner e Oprah Winfrey. ”  (The Sunday Times, 24 Maggio 2009)
La seconda regola della CABAL-Illuminati, chiede in sostanza l’intervento dei legislatori nella gestione delle unità familiari. Non è un caso che nelle regole dettate da questi assassini dell’Elite,  si fa richiesta di leggi che regolino il numero di bambini per famiglie. Inoltre,  “migliorando salute e diversità” può essere ottenuto con “allevamento selettivo” o la sterilizzazione dei membri indesiderati della società. Questa pratica veniva chiamata “eugenetica”, fino a diventare politicamente scorretta a causa del nazismo. La maggior parte delle altre leggi del gruppo CABAL, sostanzialmente chiedono la creazione di un governo mondiale, (NWO) gestito da una “cerchia di illuminati”,  che regolerebbe tutti gli aspetti della vita umana, compresa la fede, i doveri sociali, l’economia, etc..etc..
Ma l’Elite di potere vuole per ora, passo dopo passo, creare una vera e propria ” strategia della paura”, come quella del dopo 11 Settembre 2001, oppure quella dell’ISIS. Tutto fa brodo no?
Virus Zika e vaccini killer
In un articolo pubblicato sul sito sapereeundovere.com, si parla della recente comparsa del focolaio del virus Zika in Brasile, che viene attualmente ricollegata alle zanzare geneticamente modificate sviluppate dalla società di biotecnologie britannica Oxitec, che è finanziata dalla fondazione dei coniugi Bill e Melinda Gates. Guardacaso…
L’Oxitec introduce zanzare Aedes geneticamente modificate nelle foreste brasiliane dal 2011 per far fronte alla febbre dengue. La società produce ben due milioni di zanzare GM a settimana nella propria sede di Campinas, in Brasile. La zanzara Aedes è la varietà di zanzara più diffusa al mondo e gli unici due Paesi americani in cui non è presente questa specie sono Cile e Canada. Il virus Zika, che è stato rilevato in 18 dei 26 stati brasiliani, è trasmesso dalla zanzara Aedes.
Dal 1° novembre 2015 in Brasile sono nati oltre 4.000 bambini microcefali. Il Brasile, normalmente, registra circa 150 casi all’anno di questa malformazione congenita, il che significa che il numero di nati con tale malformazione è aumentato di circa il 13.000%.
Mentre le autorità brasiliane si affrettano a incolpare il virus Zika per questo enorme aumento nel tasso di malformazioni congenite, i fatti restano chiari. Solo un numero ridotto di neonati con malformazioni congenite deceduti ospitavano nel cervello il virus. Ciò significa che una buona parte dei neonati deceduti non aveva il virus.
Difficile dare la colpa allo Zika quindi, che è in circolazione da prima del 1948 e che non ha mai provocato malformazioni congenite. Anzi, il virus Zika fa ammalare in modo “lieve” solo una persona su cinque, con sintomi parainfluenzali o, in 4 casi su 5, addirittura senza alcun sintomo. Ma allora perché tanta fretta a dare la colpa ad un virus generalmente benigno come lo Zika?
Verso la fine del 2014, il Ministro brasiliano della Salute annunciò che un nuovo vaccino Tdap sarebbe diventato obbligatorio per le gestanti a partire dal 2015.  Ora, i dati a disposizione  mostrano che tutte le mamme che hanno dato alla luce neonati con malformazioni congenite avevano ricevuto questo vaccino di nuova formulazione durante la gravidanza. La tempestività del vaccino Tdap e l’aumento dei casi di anomalie congenite sono più di una semplice coincidenza. Le conseguenze di questo vaccino non testato sono ciò che oggi si cerca di insabbiare. Il che ci riporta ancora una volta a Bill Gates, il Re dell’eugenetica e dei vaccini.
Nel 2015, il programma di ricerca vaccini della Vanderbilt University ha ricevuto una donazione di $ 307.000 dalla fondazione dei coniugi Bill e Melinda Gates per studiare la risposta immunitaria delle gestanti vaccinate con Tdap (vaccini a dose ridotta di pertosse acellulare combinata con i tossoidi di tetano e difterite). Impossibile sapere quali siano stati i risultati.
Nel 2011, il Centro per la prevenzione e il controllo delle malattie statunitense (CDC) emise la raccomandazione di somministrare il vaccino Tdap alle gestanti alla 20a settimana di gravidanza. Il vaccino Tdap combina in un’unica iniezione i vaccini per tetano, difterite e pertosse. E non ne è mai stata dimostrata la sicurezza per l’utilizzo in gravidanza. Anzi, viene classificato dall’FDA come farmaco di classe C, ovvero “non sicuro” in gravidanza.
MODIFICA GENETICA DEGLI EMBRIONI
Ormai è sempre più una realtà, dopo il via libera per la ricerca al Francis Crick Institute del Regno Unito, da parte della Human Fertilisation and Embryology Authority. L’approvazione della domanda dell’Istituto britannico è considerata una decisione storica: è la prima volta al mondo che viene formalmente consentita la modifica genetica della linea germinale, una pratica tutt’oggi controversa.
La ricerca esaminerà lo sviluppo dell’embrione umano e lo studierà nei suoi primi sette giorni di vita. I risultati della ricerca potranno essere di aiuto per la cura degli embrioni prodotti tramite fecondazione in vitro (Ivf).
«Secondo il dott. Niakan la ricerca è importante per capire come si sviluppa un embrione umano sano e migliorerà la nostra comprensione sulle percentuali di successo Ivf», ha reso noto in un comunicato Paul Nurse, il direttore dell’Istituto. L’approvazione riguarda solo la ricerca, e risulterà ancora illegale impiantare embrioni geneticamente modificati in grembo.
Se l’Istituto dovesse arrivare a una fase avanzata della ricerca riuscendo a modificare la linea germinale, non sarebbe tuttavia la prima volta che questo accade. Nel 2015, i ricercatori cinesi hanno modificato il genoma di un embrione per correggere una malattia del sangue, ed è ancora considerato un evento epocale.
«La Cina possiede le linee guida, ma spesso queste non risultano chiare fino a quando non si passa alla pratica», ha riferito alla Bbc Robin Lovell-Badge, un consulente scientifico per le autorità di regolamentazione della fertilità nel Regno Unito. «Questa è la prima volta che si è passati attraverso un corretto sistema normativo per l’approvazione».
Quando la notizia della modifica della linea germinale è uscita in Cina, i ricercatori genetici hanno severamente condannato la ricerca perché è stata portata avanti senza aver prima stabilito solidi orientamenti etici, come il divieto di simili ricerche ai fini del ‘miglioramento’ della specie umana associato all’eugenetica.  La ricerca dovrà ancora passare attraverso un ciclo di ‘approvazione etica’, ma potrebbe iniziare già nei prossimi mesi.
Fonte tratta dal sito .

mercoledì 24 febbraio 2016

Case Farmaceutiche: la verità di Gwen Olsen

Gwen Olsen, una ex rappresentante di prodotti farmaceutici, sta usando la sua personale esperienza e conoscenza di addetta ai lavori per girare le carte delle case farmaceutiche e svelare alla gente l’inquietante e scoraggiante verità sull’industria altamente corrotta: è disposta a sacrificare la salute e la vita dei consumatori in nome del profitto. Gwen Olsen, vincitrice del premio per i diritti umani nel 2007, è un’attivista dedicata nel campo della salute mentale, relatrice e scrittrice impegnata nella difesa dei bambini e della salute mentale; la sua specializzazione include la promozione della cessazione in America dell’eccessiva somministrazione di farmaci a bambini e adolescenti. È difficile immaginare che questa stessa donna è stata un informatore farmaceutico di successo per più di 15 anni, lavorando per molti dei grandi produttori del settore.

Venivamo addestrati a disinformare le persone” ha detto Gwen Olsen.
gwen olsen
Ora in una ricerca personale e appassionata per sensibilizzare quante più persone possibile sull’inganno dell’industria farmaceutica, Gwen sottolinea le sue preoccupazioni circa l’uso sempre più diffuso di farmaci da prescrizione e gli effetti letali che questi farmaci possono avere. “Non esiste una cosa come un farmaco sicuro” ha detto Gwen in una video-intervista.
Le stupefacenti rivelazioni di Gwen Olsen in un’altra intervista video su NaturalNews dissipano il mito delle case farmaceutiche impegnate nella guarigione o nella cura delle malattie — in verità, l’industria farmaceutica è attiva nel regolare la malattia, gestirne i sintomi e tenere le persone intrappolate in un ciclo letale di dipendenza chimica.
Nel video Gwen Olsen spiega che i farmaci — in particolare i farmaci psichiatrici — sono destinati a stimolare le persone a rimanere clienti dell’industria farmaceutica. Dopo tutto, se le case farmaceutiche sono impegnate nel promuovere la cura delle malattie, agire diversamente significherebbe tagliarsi fuori dal mercato.
Non voglio che le persone pensino che io sia una teorica della cospirazione, perché in realtà, non c’è nessuna teoria dietro quello che sto dicendo, è tutto dimostrabile… tutto quello che sto affermando è dimostrabile ed è che l’industria farmaceutica non vuole curare le persone“.
Il Riformatore di Prescrizioni Mediche ha recentemente pubblicato un libro: Confessioni di un Pusher di farmaci su prescrizione medica, che mette a disposizione la considerevole conoscenza di addetta ai lavori sui gravi pericoli che la menzogna e la disinformazione, nel gioco dell’industria farmaceutica, hanno messo a repentaglio vite. Il suo libro presenta molte rivelazioni, alcune profondamente personali, su cosa lei ha scoperto e osservato nel corso della sua carriera con l’industria farmaceutica, durante la quale lei è stata incoraggiata a minimizzare gli effetti collaterali dei farmaci che vendeva quando parlava coi medici.
“Confessioni di un Pusher di farmaci su prescrizione medica” è il campanello d’allarme straordinariamente diretto e indispensabile sul fallace sistema sanitario americano, che è — a buon diritto — attualmente classificato ultimo tra quelli di 19 nazioni industrializzate in tutto il mondo. Potete leggere di più sul libro sul sito di Gwen.
Come il libro di Gwen rivela ai lettori, più di 180.000 persone muoiono ogni anno a causa degli effetti collaterali dei farmaci in circolazione. “Quando un farmaco viene approvato e raggiunge la popolazione in generale, non conosciamo nemmeno il 50% degli effetti collaterali coinvolti” spiega Gwen. In questo panorama desolante rivestono un ruolo speciale gli psicofarmaci: la soggettività delle diagnosi psichiatriche e la mancanza di test clinici obiettivi fanno si che non sia richiesta nessuna prova medica per prescriverli. Questo amplia notevolmente la popolazione dei potenziali pazienti, consentendo alle case farmaceutiche un vantaggio lucrativo grazie a un pubblico sempre più “malato” e “curato” con farmaci.

Come è nato il Riformatore di Prescrizioni Mediche.

Gwen si è auto-proclamata ” Riformatore di Prescrizioni Mediche “, termine da lei stessa coniato, sviluppatosi non solo da vaste esperienze personali ottenute nel corso degli anni che ha trascorso al servizio delle principali aziende farmaceutiche, ma soprattutto da un evento sconvolgente che si è verificato all’interno della sua famiglia.
La salute della nipote di Gwen, Megan Blanchard, una brillante studentessa di medicina, si deteriorò rapidamente a causa dell’insorgere della dipendenza da farmaci, astinenza, malattia mentale e depressione. Questa dolorosa sofferenza ha portato all’infelice e tragico suicidio di Meg e Gwen ha rapidamente capito che sua nipote non era la prima a soffrire per le dolorose conseguenze da farmaci prescritti tramite ricetta medica, né tanto meno sarebbe stata l’ultima. Nel suo libro Gwen scrive: “E’ di compassione che Meg aveva davvero bisogno, non di più farmaci”.
Ci sono migliaia e migliaia di persone come lei là fuori che hanno bisogno di una voce che dica loro la verità” ha detto Gwen. “Io voglio essere quella voce.
La delusione di Gwen sull’industria, la sua rabbia, per l’elevata falsità e disinformazione di cui è stata testimone all’interno della proficua alleanza tra medici e case farmaceutiche, la portò a uscire dalle vendite farmaceutiche e a perseguire una nuova vocazione: diffondere la verità.
Sono stata usata per quel gioco, sono stata letteralmente la pedina in prima linea, danneggiando persone — involontariamente — ma ero responsabile, e ho un dovere per quello ora” ha affermato Gwen.
Gwen ora ha fatto di quello il suo obbligo morale, o ciò che lei ha etichettato come la sua “vocazione spirituale”: educare gli altri su che cosa lei ha duramente imparato sull’enorme quantità di farmaci nocivi prescritti ad una popolazione di creduloni.
Fonte tratta dal sito .

martedì 23 febbraio 2016

TEMPLARI E ALIENI, IL PIÙ GRANDE SEGRETO DELLA STORIA

I Templari sono stati storicamente uno dei più importanti ordini cavallereschi, disciolti ufficialmente nel 1312 da papa Clemente V, solo per essere ricostruiti, secondo molti, col nuovo nome di Ordine Supremo di Cristo nel 1318 dal re del Portogallo Dionigi I e da allora rimasto in vita, sebbene dividendosi in due rami, uno facente riferimento al potere temporale (la Repubblica del Portogallo), l’altro al potere spirituale (il papato).
Templari e alieni
Ma è questa è solo la storia ufficiale dei Templari, un’altra, affascinante quanto impossibile da verificare, vuole che i Templari, prima e oltre che un ordine cavalleresco, sarebbero diventati dopo lo sbarco in Palestina gli scopritori e custodi di alcuni degli oggetti mistici più famosi della storia, il Santo Graal e l’Arca dell’Alleanza (link). Con un possibile ulteriore mistero nel mistero: gli oggetti in questione potrebbero essere stati realizzati da antichi costruttori non di questo mondo, ovvero alieni.
Gli stessi, forse, che idearono l’originale Tempio di Salomone, dove si dice che entrambi tali oggetti fossero stati custoditi per secoli anche dopo la conquista di Israele. In alcuni scritti templari il Graal stesso viene descritto come una gemma discesa dal cielo, una fonte di energia inesauribile e misteriosa. Congegni alieni che, utilizzati in cerimonie misteriche, sarebbero poi stati identificati col Baphomet, di cui nome venne fatto più volte durante gli interrogatori dei Templari catturati e sottoposti a torture per ordine del re Filippo IV di Francia, nel 1307.
Congegni alieni utilizzati per aprire un canale di comunicazione con un “guardiano della soglia”, non di questo mondo (e dunque alieno), per rivolgergli domande e ottenere conoscenze che potrebbero aver consentito all’Ordine di giungere in America ben prima di Cristoforo Colombo, di custodire i più grandi segreti della storia, di celare la sua stessa esistenza nel corso dei secoli giungendo fino a noi. Se così fosse l’Ordine Templare sarebbe forse la più importante società segreta della Terra, custode tra gli altri segreti della prova dell’esistenza di civiltà extraterrestri.
Fonte tratta dal sito .

lunedì 22 febbraio 2016

Che cos'è la macchina per rilevare i pensieri? Di Alan Yu




Che cos'è la macchina per rilevare i pensieri? Di Alan Yu

Lettera sul controllo del pensiero con la macchina della CIA
      
Invio questa lettera nel nome di mio padre. Le condizioni descritte nella presente lettera si applicano sia negli Stati Uniti che a Taiwan.
    Continuate a leggere se vi preoccupate per la vostra libertà e per la libertà complessiva.
Il mio nome è Alan Yu, un ex tenente colonnello del Dipartimento della Difesa nazionale di Taiwan. Io sono poi emigrato negli Stati Uniti dieci anni fa e sono stato naturalizzato cittadino statunitense. Scrivo questa lettera per informarti su un grave tradimento ai diritti civili dei cittadini americani e alle idee sulle quali questa nazione è stata fondata (Preservazione e tutela della Vita, Libertà e ricerca della felicità). Questa minaccia è un dispositivo noto come il "Rilevamento automatico di pensieri" ("Thoughts Detecting Machine").
    Che cosa è un "Rilevamento automatico di pensieri"?
    Ci sono due fonti d'informazioni che hanno portato alla mia conoscenza su questa macchina.

La prima fonte è un estratto dal South China Morning Newspaper of Hong Kong nel 1970. In esso è dichiarato che un'università americana aveva inventato una macchina per il rilevamento del pensiero in grado di leggere il pensiero di ogni persona. La C.I.A. ha imparato a conoscerne il funzionamento e ha acquistato il brevetto di questa invenzione (South China Morning Post). La seconda fonte è un documento militare classificato di Taiwan. Nella primavera del 1984, ero un tenente colonnello della Difesa Nazionale presso il Dipartimento di Taiwan. Io lessi un documento classificato dal mio servizio Dept: Il documento ha indicato che la polizia militare di Taiwan aveva acquistato la macchina di rilevamento ai pensieri. (A Taiwan, abbiamo tradotto il suo nome come la "Macchina per linguaggio psicologico"), il documento era una richiesta degli Stati Uniti tra le parti per riparare il malfunzionamento di quelle macchine. Prima di lasciare Taiwan, questa macchina era diventato il materiale più efficace per i servizi di sicurezza di Taiwan, come la Sede del Dipartimento di Polizia, Polizia Militare, e per la Sicurezza Nazionale e il Dipartimento Investigativo. Ecco alcuni dei programmi operativi di base sui principi di questa macchina e sui problemi che esistevano in Taiwan derivanti dall'uso di questa macchina.

    1. Questa macchina utilizza onde di radiazione elettromagnetica per indagare l'argomento, cosicché colui che è indagato sarà totalmente inconsapevole (della radiazione elettromagnetica che è invisibile e in grado di penetrare le pareti, mattoni, la maggior parte dei metalli e qualsiasi cosa). Dapprima invia queste onde cerebrali raccolte per il CPU (Central Processing Unit) e traduce queste (onde cerebrali), in parole o immagini per descrivere pensieri umani. Poi, queste immagini e le parole sono visualizzate su un monitor per l'analisi da parte degli inquirenti. Poiché il soggetto che è in fase di studio non può vedere la radiazione elettromagnetica, egli è totalmente ignaro del fatto che i suoi pensieri vengono letti. Questa macchina sarà utilizzato giorno e notte senza sosta. Pertanto, i sogni, le idee, i segreti interni o le altre cose private del soggetto saranno svelati da questa macchina a questi ricercatori. Per tale scopo i rilevatori possono solo utilizzare la macchina vicino a dove vive o lavora l'indagato ignaro, poi si condivideranno tutta la sua privacy.

Il processo di lettura dei pensieri funziona in questo modo: in primo luogo, due macchine sono piazzate da due angolazioni diverse. Quindi, entrambe le macchine emettono una radiazione ad alta intensità che attraversano i cervelli e gli oggetti. Allora entrambe le macchine vengono utilizzate anche per ricevere ed interpretare le informazioni raccolte da entrambi i lati. Quando le onde cerebrali dei soggetti sono rilevate vengono inviate al CPU, dove verranno tradotte in pensieri con parole o immagini, infine, quel che appare sul monitor può essere letto e capito dall'operatore.
    Schematica della macchina)
    | ---------------------- Oggetto ------------------------- |
    | |
    ---------- | ------------
    Unità di processo Cervello -------------- | Radiazione
    ricevitori | | traduce le onde cerebrali in pensieri | emettitore
    ___________ | Con parole, immagini, o lingue, | -----------
    | Traduce anche comandi in |
    | Onde elettromagnetiche che imita
    | ----------- Impulso elettrico del cervello | ----------- |
    | ------------------------------------- |
    ------------ | | -------------
    comando | | Monitor
    --------------------------
Il miglior modo di rilevare pensieri è quando il soggetto dorme e sogna. Così il ricercatore esegue quasi sempre i suoi lavori durante la notte mentre il soggetto da indagare si è addormentato. Ma si deve ricordare che gli indagatori possono raccogliere i vostri pensieri in ogni momento, anche quando si è al lavoro. Se gli investigatori vogliono scoprire eventuali informazioni speciali, c'è un altro modo che porterà il soggetto a continuare il suo processo di pensiero. Ad esempio, useranno la macchina per inviare una foto al soggetto nel suo sogno (o durante il processo di pensiero). L'immagine forse la foto di una persona o di una scena relativa con ciò che i ricercatori vogliono sapere. Questo porterà il soggetto a pensare su quell'informazione speciale.

Per condurre il soggetto a pensare alle informazioni di cui hanno bisogno, il procedimento dell'investigatore consiste, in primo luogo, nel trasportare l'immagine nel CPU e tradurla in onde elettromagnetiche (che sono la frequenza imitante gli impulsi elettrici delle onde cerebrali.), e inviandola al cervello del soggetto. Dopo di che il soggetto riceve questa immagine nei suoi sogni (o pensieri), egli reagirà ad essa nei suoi sogni (o pensieri). Come il soggetto reagisce nel sogno (o processo di pensiero) è proprio quello che i rilevatori devono sapere. In questo modo, le personalità del soggetto o altre storie saranno totalmente conosciute e manipolate per l'uso da parte del ricercatore.

     2. Ogni volta che questa macchina lavora in alta frequenza, può essere usata anche per ucciderti. Il fascio di radiazioni ad alta frequenza emesso dalla macchina può essere rivolto alla testa o al corpo. Se il bersaglio è la vostra testa, il sistema nervoso centrale viene danneggiato. Se l'obiettivo è il vostro corpo, gli organi saranno danneggiati. Ad esempio, se l'obiettivo è il tuo cuore, causerà problemi di cuore. Morirai con infarto improvvisamente o lentamente a seconda della situazione del corpo. Se il bersaglio è il rene, sarà ridotta la vostra capacità sessuale. Anche se la macchina non viene utilizzata su alta frequenza estrema, l'esposizione prolungata alla radiazione potrà ancora rendere una persona malata e lentamente causare la sua morte. Questa macchina può essere installata in una vostra automobile (o nella vostra casa), poiché può essere controllata a distanza. In questo modo, il ricercatore può monitorare quello che stai pensando o quando sei alla guida. Essi possono anche utilizzare radiazioni ad alta frequenza per interferire con il processo di pensiero e di sonnolenza durante la guida e causare un incidente d'auto sulla strada. Lo faranno per sbarazzarsi del soggetto che essi non possono controllare o che non piace.

      3 ":. (Il metodo usato più frequentemente).
Ogni volta che gli operatori decidono di sbarazzarsi dei loro sudditi, possono utilizzare questa "Macchina che rileva i pensieri" giocando con la mente del soggetto. In primo luogo, essi utilizzeranno le macchine per scoprire i segreti o le intenzioni del soggetto. Poi, dovunque il soggetto va, gli operatori lo incontreranno e gli suggeriranno che conoscono i suoi segreti. E' il loro scopo per far sentire il soggetto assolutamente privo d'alcuna privacy. Questo darà al soggetto l'impressione che tutti sanno tutto di lui, alla fine, questo lo porterà alla paranoia e infermità mentale. Useranno la macchina per parlare con il soggetto. I ricercatori lo fanno per guidare il soggetto verso la pazzia o per farlo apparire pazzo alle istituzioni. Ora, lasciate che vi spieghi come funziona! Il cervello umano non è solo responsabile dei pensieri, ma è anche un ricevitore d'impulsi elettrici provenienti da varie parti del corpo. Il cervello traduce questi impulsi in suoni o sensazioni reali. Per esempio, l'orecchio umano raccoglie solo onde sonore. Esso poi invia al cervello queste onde sonore in impulsi elettrici. Il cervello traduce questi impulsi in suoni reali. E' possibile inviare direttamente il segnale elettrico (che descrive la voce) al cervello del soggetto. Poi il soggetto sente il suono, senza in realtà averlo ascoltato attraverso le orecchie. Le orecchie sono completamente bypassate in questo processo di audizione. (Ci sono prove, i ricercatori l'hanno segnalato affermando che loro "Hanno permesso alle persone sorde di parlare di nuovo al telefono mettendo elettrodi nelle orecchie dei sordi" e "hanno fatto vedere ad una donna cieca i modelli di luce mettendo elettrodi nella parte posteriore del suo cervello".
In un rapporto speciale sul mistero del senso entro la rivista " Discover" di giugno 1993.)
La "macchina che rileva i pensieri" utilizza lo stesso principio imitando la frequenza degli impulsi elettrici e dei suoni reali (generati dalle orecchie). Poi, questa onda elettromagnetica è orientata direttamente verso il cervello del soggetto. Questa farà sì che il soggetto senta quello che gli operatori vogliono che senta senza realmente sentirla.

Il principio di cui sopra è l'informazione più importante con la quale l'investigatore abuserà sempre il "Rilevamento automatico dei pensieri", per spingere la gente alla pazzia. I ricercatori useranno questo per la loro seconda azione quando scoprono che i soggetti sono abbastanza forti poiché con la prima azione non ci sono riusciti. Essi opereranno sulle onde elettromagnetiche come gli impulsi elettrici sulla 'voce (tradotta dall'operatore nel CPU) e trasmessa sotto forma di bersaglio (al cervello del soggetto). Il soggetto sente quello che è definito come un dialogo normale sussurrato, ma in realtà non vi è alcuna voce che può essere ascoltata dalle orecchie e il soggetto non può vedere nessuno in giro tranne sé stesso. In questo modo si può rendere il soggetto come affetto da paranoia.

Se non ha funzionato, inoltre, useranno la macchina discutendo con il soggetto per rendere il soggetto arrabbiato. Sono desiderosi di rendere il soggetto arrabbiato, e per farlo inscenano un modo in cui egli non riesca a smettere di litigare con gli operatori nascosti! A loro piace condurre questo esercizio, quando ci sono altre persone intorno al soggetto. Poi le altre persone si convinceranno che il soggetto è pazzo, perché non hanno visto nessuno lì intorno a discutere con il soggetto. E 'il modo in cui gli investigatori impostano l'argomento per fare apparire il soggetto come un folle per gli altri, o anche per far credere ad altri che il soggetto sta solo discutendo con un fantasma! Infine, questo farà sì che altre persone trattino il soggetto come pazzo.
E 'il metodo più utilizzato per sbarazzarsi del soggetto.
C'è un altro modo per portare la gente alla pazzia, io ti spiego come di seguito.
Quando hanno deciso di operare ad alta radiazione per sbarazzarsi di una persona. Continueranno a ferirlo azionando le onde elettromagnetiche. Il soggetto non sa che lui sarà lentamente ucciso da questa macchina. Ma anche se il soggetto non sa che cosa gli inquirenti stanno facendo e continuano a farlo per renderlo impazzito. Si renderà il soggetto arrabbiato ma che non può combattere, perché gli operatori si nascondono in una macchina. Il soggetto scoprirà che egli affronta un nemico invisibile. Sarà il momento più terribile per lui, sapendo che non può scoprire da dove le onde di radiazione sono gestite. Il soggetto non è in grado di determinare che si tratta di un altro modo per rendere la gente pazza. Il soggetto crederà che la sua pazzia sia derivata da quanto è stato scritto sul giornale. "Alcuni ragazzi sparano con una pistola in strada ed egli indirizzerà la sua rabbia sugli stranieri, o verso i bambini in una scuola o le persone in un ristorante."
E in tale modo il soggetto elettronicamente torturato potrà anche essere accusato di omicidio, o di follia, ed essere ucciso dalla polizia o suicidarsi. In realtà, il soggetto non è veramente pazzo, ma qualcuno lo fa arrabbiare e lui non ne ha la conoscenza ignorando "il dispositivo per rilevamento automatico dei pensieri". Quindi egli non saprà mai d'affrontare un nemico invisibile. Egli è ferito da qualcuno e pieno di rabbia nella sua mente, ma non ha modo di restituire la sua rabbia a qualche responsabile. E 'solo perché non c'è nessun nemico evidente di fronte a lui da combattere. Lavorando su di lui giorno dopo giorno, il soggetto può essere programmato in modo che egli scarichi la sua rabbia su tutti coloro che incontra. Egli sembrerà pazzo per gli altri, alla fine. L'intera storia è molto semplice da impostare per quelli che conoscono il "Rilevamento automatico del pensiero", in quanto il pensiero del soggetto è stato creato in estemporanea dagli operatori detentori del dispositivo per il " Rilevamento automatico del pensiero".)
     4. Chi è indagato è trattato solo come una proprietà da quelli che fanno le indagini. La macchina utilizza le onde elettromagnetiche invisibili per invadere la privacy delle persone e per leggere i pensieri della gente senza una traccia di alcuna prova. Il soggetto non è a conoscenza che i suoi pensieri vengono letti. Così, gli operatori possono usare quella macchina quante volte lo desiderano senza alcun permesso. La cosa più orribile è che gli operatori usano sempre la macchina a seconda dello stato d'animo del bersaglio. Quando gli operatori sono di buon umore, il soggetto può affrontare un trattamento. Ma quando gli operatori sono di cattivo umore, perché loro non capiscono completamente il soggetto tramite la macchina, l'operatore scaricherà la sua rabbia sul soggetto punendo il soggetto con la macchina fino a quando il soggetto morirà. Il soggetto non è sotto alcuna tutela del diritto perché non ci sono tracce e alcuna prova sull'arma ad onde radioattive. L'argomento viene trattato solo come di loro proprietà. I ricercatori credono che noi (rilevati) gli apparteniamo (con i nostri figli o la nostra proprietà), e noi potremmo fare qualsiasi cosa anche togliendoci la vita. Perché fanno di tutto per tale scopo con le onde elettromagnetiche che non mostrano traccia di prove. Non esiste una legge per regolamentare questo gruppo, inoltre. I modi di funzionamento della "Macchina rilevatrice del pensiero" hanno costruito un vero nuovo sistema di sottomissione per noi, i nostri figli e le nostre proprietà. In altre parole divenendo i loro schiavi!
     5. Muoversi verso il comunismo.
Dal momento che gli operatori utilizzano la macchina per condividere i tuoi pensieri, i tuoi sogni, le tue idee, la tua privacy, il tuo corpo e la tua vita, (addirittura possono danneggiare il tuo corpo e portarti via la vita solo tramite il funzionamento della macchina ad alta frequenza). Sicuramente non sei il vero proprietario di te stesso. Non più, non appartieni più solo a te stesso. Gli operatori della "Macchina per il rilevamento del pensiero" condividono tutti i tuoi ricordi e tutto ciò che è hai in mente. Quel che nemmeno i comunisti riuscirono a fare. Ma che gli operatori di questa macchina hanno raggiunto.

      6. Gli operatori.
Sulla base di come la macchina fu usata a Taiwan, posso dire che si cerca d'indagare tutti i residenti in un paese. Non hanno però abbastanza agenti, per farlo. Pertanto, concentrano la loro attenzione sulla ricerca della persona chiave in politica, economia, scienza, criminalità organizzata, ecc. Queste persone sono sindaci, parlamentari, scienziati altamente specializzati, uomini d'affari, i boss della criminalità o chiunque possa interessarli. Le azioni di questi operatori sono al di là di ogni pensiero logico. E' la loro legge. Loro non solo indagano i criminali, ma anche le persone normali ritenute importanti o interiormente interessanti. Gli operatori potranno mantenere sempre le loro registrazioni tematiche e continueranno la loro indagine sulla stessa persona, come a loro piace per assicurarsi che il soggetto sia sotto il loro controllo. Pensano che sia il modo migliore per proteggere il paese. Quindi, essendoci la stessa situazione negli Stati Uniti, chi è il loro oggetto d'indagine? Credo che "la maggior parte di noi sia stata indagata da loro almeno una volta". Se non tutti noi. E se noi non facciamo una nuova legge per regolamentare questo gruppo e macchina in questo momento, la situazione potrà solo peggiorare. La potenza in autorità degli investigatori si misurerà al suo massimo. E sarà ancora più difficile cambiare la situazione in futuro.

      7. "Per farci impazzire e anche uccidere?".  Mi spiego. All'inizio, gli operatori dovranno installare la macchina vicino al domicilio del soggetto che sarà rilevato, da un punto (il domicilio del soggetto) fino a tutta la zona di residenza del soggetto. E quindi gli agenti apriranno interamente il "Rilevamento automatico dei pensieri" (ogni agente ha una macchina nel suo domicilio) posto intorno o vicino alle persone che vengono rilevate. Così gli agenti indagano il soggetto in una situazione normale o in ogni momento. Una volta che gli agenti vogliono guidare il soggetto alla follia, non importa dove egli andrà, si potrà incontrarlo ovunque e sapere quello che farà. Questo è il modo di guidare la gente alla pazzia. Se cercano di sbarazzarsi del soggetto sparano le onde di radiazione magnetica al soggetto tramite la "Macchina che rileva i pensieri" attraverso gli agenti nella zona in cui il soggetto vive nelle loro vicinanze. Poi gli si ferisce il corpo, gli organi e anche il sistema nervoso centrale del soggetto. E le onde di radiazione elettromagnetica si sparano al bersaglio (corpo del soggetto) che circonda il domicilio del soggetto. E' un omicidio criminale, utilizzante le invisibili onde radioattive. Sono colpevoli gli abusatori, ma "non responsabili per la legge".

Se la situazione di cui sopra è corretta, allora questo apparecchio potrebbe già essere stato installato in ogni edificio pubblico, come i supermercati, teatri, scuole, centri commerciali, stazioni ferroviarie, aeroporti o porti marittimi, eccetera, e non vi è un sistema di controllo centrale di questa macchina in ogni contea, allora che cosa succederà? Gli operatori del "Rilevamento automatico del pensiero" rimarranno solo entro la costruzione del sistema di controllo centralizzato di una macchina del genere con tale tecnologia. Possono indagare chiunque in qualsiasi luogo. Non solo perderemo alcuna Privacy, la nostra vita sarà anche in pericolo. Poiché il rilevatore può utilizzare le onde di radiazione elettromagnetica facendo del male senza che nessuno in qualsiasi momento lasci alcuna traccia di qualche prova. Se il rivelatore vuole fare così, e sbarazzarsi di qualcuno, non esisterà alcun posto sicuro per noi. E non sarà solo un sistema contro la legge ma anche il peggior modo di trattare noi che viviamo nella terra della libertà.

Le informazioni sopra riportate furono da me conosciute negli ultimi dieci anni perché furono fatte subire a mio padre. Quello che voglio sottolineare e ricordare è che ci sono tre sistemi argomentati per sbarazzarsi di un soggetto che può mandare fuori controllo l'operatore e vale a dire quando gli inquirenti proprio non sopportano il soggetto indagato". Il primo passo è quello di guidare quella persona alla follia. Se non ci riescono, allora il secondo passo è quello di installare il dispositivo nell'automobile del soggetto indagato, al fine di provocargli un incidente stradale su una strada, e il terzo passo è quello di uccidere la persona lentamente nel suo letto con le onde di radiazioni ad alta frequenza.
Quel che più mi preoccupa è il modo in cui questa macchina del linguaggio psicologico per il "Rilevamento del pensiero" potrebbe e sarebbe utilizzata per abusare su persone come il sottoscritto. Non solo si possono leggere i pensieri della gente e invadere la loro privacy, senza permesso ma, si può anche utilizzare quella macchina al livello di arma alle onde elettromagnetiche per fare del male, punire o addirittura uccidere i soggetti che sono fuori dal loro controllo o che non sono graditi. Gli operatori hanno il coraggio di fare tutte le cose illegali e non possono essere ritenuti responsabili per legge. E' solo perché dell'alto utilizzo d'onde elettromagnetiche non c'è traccia né alcuna prova. Sono colpevoli, ma non sono condannabili dalla legge.

Dal momento che questa macchina è già stata utilizzata in modo efficiente in Taiwan, potrebbe essere utilizzata in modo ancor più efficace ed efficiente negli Stati Uniti, dov'è stata originariamente inventata. Negli ultimi dieci anni, i perpetratori potrebbero avere già inclusa questa macchina nella progettazione della città e far usare la macchina dalla sicurezza pubblica di base della contea negli Stati Uniti per tutto il paese, poi per la cooperazione internazionale con i paesi stranieri. Il che significa che dal dipartimento di polizia per il FBI poi alla CIA, tutti hanno già utilizzato questo "Rilevamento automatico del pensiero"! E la C.I.A. mantiene i diritti di brevetto su questa macchina.

Se la situazione sopra esposta è corretta, allora questo apparecchio potrebbe già essere stato installato in tutti gli edifici pubblici, come centri commerciali, scuole, supermercati, aeroporti, ecc. Il loro potere sarà inarrestabile. Nessuno potrà controllare o fermare chi sbaglia o fa qualcosa contro la legge. Poiché non vi è traccia di alcuna prova sulle onde di radiazione ad alta frequenza. Così anche se le loro azioni sono illegali, loro non possono mai essere ritenuti responsabili in tribunale, perché non ci sono prove. Da nessuna parte ci sarà la nostra sicurezza, neppure nella nostra casa personale. Non avremo privacy e saremo per sempre minacciati da radiazioni elettromagnetiche ad alta frequenza.

Io spero veramente che i nostri giornalisti abbiano la conoscenza di una tale macchina e del danno che questa macchina può arrecare. Se il F.B.I. e gli agenti di polizia del nostro paese hanno utilizzato o utilizzano questa macchina per indagare i cittadini, proprio come a Taiwan. Spero che s'indaghi questo evento per agire in modo che le leggi possano essere fatte per regolamentare questa macchina. Poi i diritti dei residenti nazionali, che comprendono i nostri diritti umani ci saranno presto restituiti.
    Alan Yu
    Tenente Colonnello
    Taiwan Dipartimento di Difesa Nazionale
Fonte tratta dal sito .