sabato 30 settembre 2017

Bosnia, scoperti “Campi di Torsione Tesla” sulla Piramide del Sole a Visoko

Il Dr. Semir Osmanagic, lo scopritore delle piramidi bosniache, spiega di aver fatto altra affascinante scoperta che cambia non solo la storia del continente europeo, ma quello di tutto il pianeta. La scoperta di Onde stazionarie di Tesla o Onde di Torsione Tesla, sono state registrate nella parte superiore della piramide bosniaca del Sole e queste onde viaggiano più veloce della velocità della luce, senza perdere resistenza mentre attraversano corpi cosmici,  dimostrando cosi l’esistenza di qualcosa denominato Cosmic Web o  internet cosmico,  che consente una comunicazione intergalattica immediata in tutto l’universo, scrive il dottor Osmanagic sul Magazine “Radio Sarajevo” (link).
Risultati immagini per The Bosnian Pyramids, volcans
Fenomeni energetici sono stati registrati sopra la Piramide del Sole a Visoko, e questi fenomeni stanno ribaltando tutte le teorie, quelle convenzionali e le spiegazioni dogmatiche sulle Piramidi in tutto il Mondo. Le piramidi sono ripetitori di energia che inviano e riceveno informazioni attraverso il Sole.
Per molti altri ricercatori, tra i quali il più importante è Nikola Tesla, le onde scalari, o onde stazionarie, create grazie alla interazione di campi di torsione, viaggiano a velocità superiore della luce. Si stima che la velocità possa essere di 10 miliardi di volte più veloce della luce.  In tal modo, i campi di torsione possono muoversi attraverso qualsiasi altro corpo cosmico (pianeti, Sole, stelle, galassie, ammassi etc..) senza spreco di energia. Questo significa che sono in grado di viaggiare a grande velocità, trasferire informazioni /energia, e che non c’è alcuna perdita di qualità e la quantità delle informazioni. ( Fonte )
Risultati immagini per The Bosnian Pyramids, volcans
Idealmente è quello di avere a entrambe le estremità due produttori (generatori) di energia che stanno mutuamente comunicando attraverso le onde di torsione Tesla. Il trasferimento dati è quasi istantaneo tra due parti distanti del Cosmo, e le informazioni non perdono la loro qualità durante il trasferimento.
La piramide è la più potente di tutte le forme geometriche in termini di energie. Da suo punto di repere, la parte più potente dove emana la sua energia, la piramide diventa l’amplificatore di energia. Sotto la piramide bosniaca del Sole, ci sono piastre di ferro (che generano campi elettromagnetici), il flusso di acqua sotterranea (che rilascia ioni negativi). Sia le iastre in ferro che il più profondo flusso d’acqua sotterranea, creano insieme energia elettrica. Inoltre, troviamo il magnetismo naturale, energia Orgone.
Questi fenomeni energetici possono essere misurati con i nostri strumenti scientifici. Ma, come possiamo misurare i fenomeni energetici per i quali non abbiamo ancora sviluppato gli strumenti scientifici?
Immagine correlata
Sulla superficie della Piramide bosniaca del Sole, durante gli scavi archeologici, abbiamo trovato un sacco di cristalli di quarzo. Il cristallo è presente anche nei tunnel sotterranei, e probabilmente sotto la piramide. È noto che il cristallo di quarzo riceve e quindi amplifica l’energia. Cavità o gallerie sotterranee possono aumentare l’energia perchè appunto contengono cristalli di quarzo.
La disposizione a spirale dei sette livelli di gallerie all’interno delle piramidi, conduce all’accelerazione del movimento dell’energia ed amplifica la loro intensità. Il ricercatore finlandese Mika Virpiranta ha scoperto che 26 vulcani sono collegati e quindi conducono verso la Piramide bosniaca del Sole.
Inoltre, se la piramide si trova sulla linea che collega le due vulcani allora la struttura si trova su una linea vulcanica. Nel caso delle piramidi bosniache, ben 15 delle 26 linee, almeno tre, quattro o cinque vulcani sono posizionati nella stessa linea.
Questo fattore dimostra ancora una volta l’importanza della posizione delle piramidi a Visoko, “perché i vulcani sono fonti di energia: la lava, ferro, cristalli e minerali producono insieme energia”,  scrive il Dott Osmanagic.
Immagine correlata
Inoltre, se osserviamo le posizioni precise della serie di piramidi a Visoko (triangolo equilatero tra la Piramide del Sole, della Luna, e Dragone, un altro triangolo tra Piramide dell’Amore, Terra e quella della struttura Fojnica)  osserviamo gli elementi di geometria sacra ( “Fiore della vita, Formula di Fibonacci), notiamo che l’intera area è stata progettata per creare un potente complesso di energia che è da riferira a tutta la valle delle piramidi bosniache.
Inoltre, il flusso di energia utilizzata, poteva essere molto più intenso e forte in passato. Il nostro pianeta una volta era più forte e più sano, questo in qualche periodo di tempo durante la fine dell’ultima era glaciale, circa 12.000 anni fa.
“La mia ricerca e gli argomenti che tratto sulle piramidi costruite in tutto il mondo,  ha portato a situazioni in cui gli egittologi hanno creato un muro di ostilità, di omertà nei miei confronti. La mia affermazione che la Piramide bosniaca del Sole è la più antica piramide in tutto il mondo, ha portato una reazione negativa dei più influenti egittologi del pianeta, come ad esempio Zahi Hawass, che ha fatto del tutto per limitare l’accesso ai principali canali televisivi scientifici di tutto il mondo, per parlare delle mie scoperte. Quello che voglio dire a tutti, è che esistono prove che indicano che la più antica piramide, appunto quella del Sole in Bosnia, porta con se prove dell’esistenza delle più grandi reti di tunnel preistorici e che questi hanno portato a petizioni scritte fatte dall’Associazione Archeologica Europea contro la nostra ricerca. Tuttavia, il tempo e gli argomenti scientifici con tanto di prove al seguito, trattati da noi, confermano che avevamo ragione e loro avevano torto”,  scrive il dottor Osmanagic.
Risultati immagini per The Bosnian Pyramids, volcans
“Ma non solo, ci sono anche i libri di storia che sono sbagliati, ci viene insegnato una storia falsata, sbagliata, o meglio, programmata male, in tutti i settori di base della conoscenza. Andrebbe riscritta tutta la storia. Il Dr. Osmanagic sostiene che fisici, astronomi, geologi insistono sul fatto che l’universo è stato creato a seguito del Big Bang e che oggi l’universo è in rapida espansione. I biologi continuano a sostenere il darwinismo e dire che la vita nasce dalla materia inorganica, che l’evoluzione fa sì che lo sviluppo delle specie viventi e che l’uomo discende dalle scimmie. Qui si sbagliano tutti” – dichiara Osmanagic.
La vita ha avuto origine grazie ad un intervento sul nostro pianeta, specie sul cambiamento della Terra nel lungo termine attraverso esperimenti in cui l’evoluzione ha avuto un ruolo minore, e l’homo sapiens è il risultato di un prodotto di ingegneria genetica da parte di visitatori di altri mondi.
Fonte tratta da sito .

0 Comments: